Il film del libro, il libro del film: chi vince?

trainspotting-castC’è un argomento che è sempre particolarmente in voga fra gli amanti della lettura: la versione cinematografica del libro.

La classica affermazione del lettore forte di fronte all’entusiasmante recensione di un film è spesso spietata con uno spiazzante

Sì, ma il libro è meglio

Per quanto riguarda la mia esperienza posso affermare quasi con certezza che le tesi dei lettori forti sono spesso confermate: difficilmente un film riesce a superare il libro. Questo credo sia dovuto proprio dalla modalità di fruizione stessa dello spettacolo: chi ama leggere prova un piacere personale nella lettura, vive la storia a modo suo e impara a conoscere i personaggi così come essi stessi si sono manifestati nella sua mente. Per quanto un lettore possa essere anche un grande cinefilo, comunque non riuscirà a vivere l’esperienza del film con la stessa intensità con cui la lettura lo ha coinvolto, e questo per un motivo fondamentale: l’appassionato di lettura, quando esce il film, quasi certamente ha già letto prima il libro.

Non lo guarderò mai perché non potrà di certo essere meglio del libro

Nonostante, dopo molte scottanti delusioni, mi sia data la regola di non rivivere più una storia nelle due differenti versioni, persevero e mi lascio spesso attrarre dai film di cui ho letto il libro, approcciandomici comunque con la consapevolezza che il film, appunto, non sarà mai bello quanto il libro.

Continua a leggere

Buon compleanno Philip Roth

Oggi è il compleanno di Philip Roth che non ha di certo bisogno di presentazioni, ma che possiamo definire (per i più sbadati) uno dei maggiori esponenti della letteratura ebraica americana contemporanea, nonché ogni anno mancato premio Nobel per la letteratura. Roth è uno dei miei scrittori preferiti ed è quindi socio onorario del mio Club; insieme a lui entrano anche alcuni dei suoi personaggi che non possono non rimanere impressi nella vita di chi ha letto i suoi libri. Impossibile elencarli tutti, quindi vi presento quelli che ho amato di più. Continua a leggere