Fiori sopra l’inferno, di Ilaria Tuti

fiorisopralinferno.pngÈ il 1978, Agnes Braun attraversa timorosa il corridoio che la conduce al Nido dove, fra decine di occhi spenti, spiccano quelli del soggetto 39, la cui voracità la spaventa.

Oggi: Mathias attraversa il bosco con l’impressione, che poi diventa convinzione, di essere seguito da qualcuno; il commissario Battaglia è, invece, alle prese con il ritrovamento di un cadavere nudo, vestito solo della fede al dito. È solo suggestione o in questo luogo angusto c’è qualcosa che si aggira nell’oscurità? Continua a leggere

Com’è giusto che sia, di Marina Di Guardo

NZO

Photocredit: Mondadoristore

Voglia di thriller italiano?

È da un po’ di settimane che vorrei parlare di questo libro che, ormai, non è proprio una novità fresca, se si considera che è uscito a gennaio.

Tuttavia ho messo da parte il mio scetticismo e ho deciso che, sì, Dalia è un personaggio che vorrei far entrare nel mio club. È lei la protagonista di “Com’è giusto che sia” il thriller di Marina Di Guardo (Mondadori, 2017). E l’ho scelta per il club perché è un personaggio dai volti diversi, con la sua doppia vita e quella corazza che nasconde la fragilità di un passato doloroso. Continua a leggere

Novità di marzo

È iniziato un nuovo mese e sono andata alla ricerca di nuovi personaggi da invitare nel mio Club.

Chi mi segue sui social già sa che ho una passione per il libro che fa da copertina a questo pezzo. Storie della buonanotte per bambine ribelli (Mondadori, 2017) è un gioiello da avere, conservare e tramandare: cento brevi racconti di cento donne straordinarie, cento vite che hanno fatto la differenza. Ne cito alcune: le sorelle Brontë, Rita Levi Montalcini, Serena Williams, Michelle Obama e così via. Accompagnano le storie dei bellissimi ritratti realizzati da sessanta illustratrici di tutto il mondo. Aggiunge valore al libro il fatto che sia stato realizzato attraverso una raccolta fondi che ha raggiunto una cifra record: questo volume, infatti, è il libro più finanziato nella storia del crowdfunding. Ringraziamo, quindi, Elena Favilli e Francesca Cavallo per averci regalato questa opera indimenticabile che, sia chiaro, non è un piacere da leggere solo per le bambine.
Dovrò quindi darmi da fare per inserire fra i soci del club ben cento personaggi straordinari che entrano di diritto nel Club.

Continua a leggere